Per la cartomanzia telefonica il ricorso agli arcani maggiori e agli arcani minori può costituire la normalità, ma non bisogna dimenticare che esistono molti altri mazzi a cui si può fare riferimento e che garantiscono divinazioni altrettanto affidabili. Un esempio è quello che viene fornito dagli I Ching, emblemi del testo filosofico oracolare cinese. Le carte in questione sono in tutto 64, proprio come gli esagrammi che si trovano nel Libro dei Mutamenti, e sono utili in modo particolare per estrarre dalle persone risposte che hanno già dentro di sé e che non riescono ad accettare o ad esplicitare. La saggezza cinese che trae linfa dalle origini più antiche consente di eliminare ogni insicurezza.

Grazie alla cartomanzia telefonica tutti hanno l’occasione di comprendere che non è il traguardo finale quello a cui si deve mirare, dal momento che quello che conta è il viaggio che si compie. I tarocchi che i sensitivi adoperano possono essere molto datati, come quelli cinesi che abbiamo appena menzionato, o più recenti, come i Rider Waite che si avvalgono delle illustrazioni di Pamela Colman Smith. I colori e i disegni che caratterizzano ogni carta non ne definiscono unicamente l’aspetto estetico, ma influenzano anche la lettura e l’interpretazione.

Gli arcani maggiori e gli arcani minori presentano figure simboliche che resistono al trascorrere dei secoli e che si dimostrano sempre attuali a dispetto del passare degli anni: si tratta di stereotipi, ma anche di emblemi che sono sempre validi per illustrare e spiegare come va il mondo e come si sviluppano le umane vicende. La tecnologia alla base della cartomanzia telefonica coniuga, quindi, carte che magari hanno alle spalle un passato di centinaia di anni con la comodità e la modernità assicurate dagli smartphone di ultima generazione, che permettono di chiamare e di parlare in qualsiasi posto ci si trovi.

Non c’è bisogno, infatti, di fare riferimento alla rete fissa per telefonare: con il cellulare si può entrare in contatto con una sensitiva cartomante anche se non si è a casa, ma magari ci si sta concedendo una passeggiata all’aria aperta o ci si sta recando al lavoro. Ogni esperto di tarocchi adotta uno o più mazzi su misura che ben si adattano alle sue abitudini e alle sue caratteristiche: così, vengono generati responsi precisi e previsioni mirate, che aiutano chi chiama a sapere come comportarsi e a decidere quali azioni intraprendere nel proprio avvenire.

La frequenza con la quale si può decidere di avvalersi della cartomanzia telefonica è estremamente personale: per qualcuno si può trattare di un una tantum, mentre per altri può rappresentare una piacevole abitudine, magari un appuntamento fisso da ripetere una volta alla settimana. I sensitivi e i chiaroveggenti sono, prima di tutto, delle voci amiche con cui ci si può confidare, parlando dei propri problemi personali, delle difficoltà che si incontrano sul lavoro o dei dubbi relativi alla vita di coppia. Senza remore e senza ritrosie, si può migliorare la propria esistenza semplicemente sollevando la cornetta e componendo il numero di telefono giusto.